Informativa Cookie

Casa Editrice Online

Come leggere Freud oggi

Sono passati poco più di 110 anni dalla pubblicazione dell’Interpretazione dei sogni da parte di Sigmund Freud. Allora sapere di avere un estraneo in casa, precisamente nella propria mente, sconvolse l’opinione pubblica bigotta e conformista della Belle Époque.

Oggi la psicologia pervade la vita di tutti i giorni: qualsiasi settimanale ha il test, che non è altro che un metodo psicologico spicciolo per divertirsi e, magari, conoscersi un po’ meglio.

La psicologia come metodologia per conoscere meglio le proprie attitudini oggi si usa anche per scegliere più candidati allo stesso posto di lavoro, oppure per vedere se quella persona è la più adatta a noi.

Cosa possono dire oggi le parole di Freud? Sicuramente, alcune verità continuano a sconcertare ancora oggi: per esempio, il fatto che i sogni abbiano un contenuto manifesto (cioè quello che vediamo nel sogno e che ricordiamo) e un contenuto latente, che dobbiamo interpretare nel modo giusto.

I segnali della psiche possono essere difficili da interpretare: ogni sogno nasconde un messaggio, una sorta di autodifesa della nostra mente. In periodi particolarmente complessi della vita (come nel caso delle dipendenze, qualunque esse siano), tutto ricomincia dalla persona che vive il problema.

Infatti, nelle dipendenze mano a mano l’individuo perde la capacità di venire incontro alle esigenze del proprio corpo e inizia a far dipendere la propria giornata dall’origine della dipendenza (alcolici, droga, gioco d’azzardo, persino dal PC).

Con i processi analizzati per la prima volta da Freud, oggi siamo in grado di rivolgerci a un esperto terapeuta, che studierà un percorso che permetta alle persone con dipendenza di uscire dal tunnel per gradi, riacquistando un’insperata autonomia.

La strada di Freud non è certo una delle più facili, quindi il consiglio è di prendere in considerazione l’opera di Freud e la psicologia in genere prima del verificarsi dei problemi.

Qualsiasi dipendenza (e non solo) si dimostra con un disagio momentaneo facile da intuire per chi sta intorno alla persona che sta iniziando un percorso al contrario. Riuscire a parlarne prima con i familiari o con gli amici per un consulto successivo da un esperto rende tutto più semplice e dimezza le possibilità di riprendere una vita normale.

Freud sicuramente non poteva essere a conoscenza delle nuove dipendenze (come quella da Internet), ma ha spianato la strada per un nuovo modo di conoscere la psicologia e con essa la mente umana.

Rileggerlo ora significa acquisire consapevolezza su ciò che siamo davvero: chissà che, con un po’ di spirito critico, non saremo in grado di sorprenderci all’affascinante lettura dell’Interpretazione dei sogni.

freud



Aggiungi un commento