Informativa Cookie

Casa Editrice Online

Come affrontare gli attacchi di panico

L’attacco di panico cronico può manifestarsi improvvisamente nella vita quotidiana di chi soffre di questa patologia. Il percorso per la rinascita è lungo e complesso, ma è importante non arrendersi. Cosa fare quando si presenta un attacco di panico?

Ecco i consigli che può dare l’esperto sull’argomento. Se avete un attacco di panico improvviso, è importante:

Concentrarsi su un pensiero lontano anni luce dal pensiero che vi sta tormentando in quel momento e che sta causando l’attacco di panico.

Interrogate criticamente il pensiero che scatena l’attacco. Vi sentite inutili perché non portate a termine un obiettivo? Perché è così importante? Cosa vi impedisce di affrontare questo momento? Quante volte avete risolto situazioni difficili e a quanti di noi capita una brutta situazione? La verità è che certe cose capitano a tutti. E tutti le risolvono. Dopo un periodo nero, c’è sempre il sereno. Un’immagine di speranza può risolvere il problema in pochissimo tempo.

Chi soffre di attacchi di panico cronici spesso è depresso o di malumore. Questi malumori sono passeggeri e non condizioneranno la vostra vita. Ricordatevelo. Niente dura per sempre. Nemmeno i malesseri. Sta a noi non ingigantire un malumore che può capitare a tutti.

Di attacco di panico non è mai morto nessuno. Si tratta di una reazione normale che avverte di un pericolo. Nei casi cronici, l’attacco di panico è dettato dall’ansia. Con il vostro controllo potete farcela. Dovete solo distogliere lo sguardo e la mente dal pensiero negativo che vi attanaglia. Dopo questa operazione, sarete felici di sentirvi meglio.

Se state affrontando un percorso per risolvere il problema, evidenziate i vostri sforzi e quello che siete riusciti a portare a termine. Avete acquistato consapevolezza dell’attacco di panico cronico. Lo state risolvendo. Vi state portando a casa un futuro radioso. Cosa desiderare di più?

Spesso, l’attacco di panico cronico è causato dall’ansia e dall’idea di non essere in grado di affrontare le situazioni: tutto quello che succede contro di voi viene ingigantito fino a soffocarvi. In questo caso, è importante ridimensionare quanto accade, non perché si sta prendendo sottogamba quanto avviene, ma perché effettivamente quella situazione non è grave come sembra.

Un terapeuta esperto vi aiuterà poi ad affrontare l’attacco di panico dopo che si è verificato. Un lavoro su se stessi che va fatto a ogni costo, per evitare ulteriori attacchi e per immaginare finalmente una vita diversa senza attacchi di panico e senza ansie.

panico 1857



Aggiungi un commento