Informativa Cookie

Casa Editrice Online

Tutto sulla fresatrice

La fresatrice è un elemento estremamente importante. Questa macchina utensile è usata esclusivamente per la lavorazione di elementi metallici e non nelle forme più complesse. Di solito questa macchina viene chiamata, in modo erroneo, fresa. La fresa, nome mutuato dal francese fraise che significa fragola, è invece il termine che indica gli strumenti, cioè le punte, che vengono adoperati con questa macchina. Quando la fresatrice è abilitata all’alesatura prende il nome di fresalesatrice.

Ma cos’è l’alesatura? Col termine alesatura s’intende quella lavorazione che consente la correzione dell’assialità e del diametro dei fori realizzati precedentemente col trapano. L’alesatura si realizza montando gli alesatori sul giramaschi.

Questa operazione deve essere effettuata rigorosamente a mano. Grazie al moto rotatorio, l’alesatore riesce ad aumentare gradualmente il diametro del foro appena realizzato e, quindi, piano piano viene portato al valore desiderato. Se è necessario è opportuno variare la posizione assiale.

fresatrice

La fresatrice è una macchina meccanica molto semplice. Infatti essa si compone di un motore, quasi sempre molto potente, su cui viene fissato mediante il mandrino, un utensile con bordi taglienti che ha la particolarità di ruotare sull’asse della punta. La fresatrice è una macchina che, per lavorare, deve essere in grado di spostarsi nella superficie dell’elemento da lavorare.

Questo movimento può essere ottenuto in due modi. Il primo si crea spostando lo stesso banco da lavoro sulle assi X e Y. All’evenienza è possibile alzare la testa motorizzata nell’asse Z. Il secondo metodo consiste nello spostare la testa secondo le assi X, Y e Z. In questo caso il banco dovrà rimanere fisso.

Naturalmente il primo metodo viene adoperato per le macchine di piccola entità mentre le macchine grandi adoperano il secondo metodo. Le fresatrici possono essere sia manuali che automatizzate. Nel secondo caso si parla di fresatrice a controllo numerico oppure a CNC, computer numerical control. Le fresatrici CNC hanno la possibilità di creare un sistema produttivo assolutamente automatizzato dalla lavorazione fino addirittura alla sostituzione degli utensili. In pratica mediante la tecnologia CNC tutta la filiera produttiva dal grezzo fino al prodotto finito si conclude senza il lavoro umano.

Le macchine per la fresatura possono essere di due tipi: verticale ed orizzontale. Nel primo caso la fresatrice ha un movimento tridimensionale. Infatti al piano orizzontale X-Y è montato un motore sull’asse Z. Nelle fresatrici orizzontali posseggono sempre il piano X-Y ma le unità di taglio sono posizionate sui lati.



Aggiungi un commento