Informativa Cookie

Casa Editrice Online

Due passi nel centro di Brescia

Brescia era contadina, era povera gente, era lavoro dei campi e della terra. Pian piano la città si è evoluta fino a diventare ciò che è oggi: un polo multiculturale dell’Italia del nord, industriale, ricco e fondamentale per l’economia della nostra nazione.

Brescia non è ricca solo economicamente, ma è ricca anche culturalmente e storicamente. Essa è sede di importanti musei come il museo Santa Giulia, La pinacoteca Tosio Martinengo ed il Museo delle Mille Miglia, ma non solo; a Brescia è possibile visitare i fori romani con le rovine del Capitolium e del teatro romano.

Piazza Loggia, Piazza Duomo ed il Castello sono alcune delle mete che è possibile visitare in questa splendida città. Sono numerose le mostre che vengono organizzate in città, come per esempio quella famosissima di Matisse che è possibile visitare presso il Museo di Santa Giulia, che negli anni passati ha ospitato mostre di Monet, Gauguin, Van Gogh e molti altri. Brescia è terra d’immigrazione, non solo di stranieri, ma anche di molti studiosi che scelgono l’Università statale che offre quattro facoltà: Giurisprudenza, Economia, Medicina e Chirurgia e Ingegneria. E’ presente anche l’università del Sacro Cure, distaccamento di quella di Milano, che offre 7 possibili facoltà.

brescia

A Brescia sono poi presenti due accademie delle Belle Arti. Questa città è in continuo sviluppo e questo è dimostrato anche dalla costruzione della rete metropolitana che attraverserà tutto il paese e parte dell’hinterland. Molti giovani si trasferiscono qui per occasioni di lavoro e di studio.

Brescia è infatti ricca di piccole e medie imprese, come nel resto del nord Italia, che contribuiscono a dare una marcia in più all’economia nazionale. Sono presenti grandi marchi come la Beretta, e le fonderie presenti in Valle Trompia.



Aggiungi un commento