Informativa Cookie

Casa Editrice Online

La diffusione delle energie rinnovabili in Italia

Nel nostro paese di tanto in tanto si parla del ritorno dell’energia nucleare, nonostante il risultato di due referendum e la pericolosità di una fonte di energia del genere. Non tutti sanno però che l’Italia è tra i paesi che per primi hanno introdotto l’utilizzo di energie rinnovabili. Il sole è tre le risorse che abbiamo una delle più preziose ed è presente tutto l’anno, l’ideale per gli impianti fotovoltaici. I grandi spazi e le vallate sono perfetti per le pale eoliche e le grandi masse d’acqua permettono l’impiego di grandi centrali idroelettriche.

nucleare

In verità i primi esperimenti italiani che riguardano l’energia pulita sono stati di natura geotermica e risalgono ai primi del ‘900. A Larderello venne impiantata la prima centrale geotermoelettrica di tutto il mondo. L’impianto all’inizio aveva una potenza di 250 kW e con il passare del tempo e con l’ingrandimento della struttura arrivò fino a 711 kW.

In Italia, per la precisione a Genova nel 1965, è stata progettata e costruita anche la prima centrale a torre e campo specchi che funziona a energia termodinamica. Sono di due tipi i principali impianti a energia solare. Se per gli impianti a solare termico siamo tra i precursori, la diffusione degli impianti fotovoltaici ha ricevuto si è affermata solo negli anni ’90. In questi ultimi anni sia le grandi aziende che gli utenti privati hanno cominciato a interessarsi alle possibilità che concede il solare sia per produrre che per vendere l’energia prodotta in eccedenza alla rete nazionale.



Aggiungi un commento