Informativa Cookie

Casa Editrice Online

Difendersi dai raggi del sole

I rischi nascosti tra i raggi solari si fanno sentire maggiormente in estate, periodo in cui ci si scopre maggiormente, quando le famiglie partono per le vacanze al mare o in montagna proprio con l’intenzione di farsi anche qualche salutare bagno di sole, tanto importante per i bambini per fissare il calcio nelle ossa, grazie alla vitamina D, stimolata proprio dal sole. Ma i rischi sono sempre in agguato.

I raggi del sole che tanto ci sollevano l’umore, contengono anche raggi UVA e UVB che se non vengono debitamente contrastati possono causare anche gravi danni. Responsabili sia dell’aumento di radicali liberi che favoriscono un precoce invecchiamento della pelle, i raggi UVA danneggiano anche l’elastina e le fibre di collagene della pelle, facendo così aumentare le rughe della pelle… ma il rischio più insidioso lo nascondono i raggi UVB, che vanno a colpire l’epidermide: questi raggi possono causare antiestetiche macchie scure sulla pelle (che non si nascondono, ma che anzi aumentano con l’abbronzatura), eritemi, scottature, fino a stimolare possibili modificazioni cellulari, meglio note come melanomi.

Per difendersi dalle insidie del sole è fondamentale fare uso di creme protettive, in grado di limitare enormemente il passaggio dei raggi UVA e UVB, consentendo al sole di esercitare le sue funzioni benefiche sull’umore e sulla stimolazione della vitamina D.

La scelta della protezione solare non va fatta a caso, ma a seconda del tipo di pelle che si ha e della propria età. Se vi trovate in difficoltà nello scegliere, non esitate a chiedere consiglio al vostro farmacista che saprà indicarvi il prodotto più adatto alla vostra pelle.

Il colorito della carnagione, dei capelli e degli occhi contribuiscono a delineare il vostro fototipo, in base a cui orientare la scelta del fattore di protezione della crema o dello spray.

Gli scienziati hanno individuato 6 fototipi, che vanno dall’1 – le persone con capelli, occhi e pelle chiarissima, spesso con lentiggini, che se esposti al sole si arrossano ma non si abbronzano – fino al 6 – persone dai capelli, pelle e occhi scurissimi che si abbronzano più velocemente e che abbisognano di un fattore di protezione più basso-; a questi corrispondono creme con fattori di protezione che variano da 6 a 50+.

estate

Tra 6 e 10 si ha una bassa protezione, tra 15 e 25 una protezione media, tra 30 e 50 una protezione alta e oltre 50 una protezione molto alta. Scegliete bene il grado di protezione che fa per voi, ricordandovi sempre di prediligere una crema con protezione maggiore rispetto ad una con una protezione minore. Va sottolineato che nessun fototipo, nemmeno il più scuro, potrebbe fare a meno di una protezione dai raggi ultravioletti.

Una volta scelto il prodotto più indicato, poche semplici regole consentono di ottenere il massimo della protezione, e quindi anche dei benefici, dai raggi solari.

La crema non va applicata una volta arrivati in spiaggia e nemmeno quando la pelle comincia a dare i primi segni di rossore, ma va spalmata mezz’ora prima di uscire di casa. In questo modo si consente ai principi protettivi di essere meglio assorbiti dalla pelle e quindi di essere più efficaci. Successivamente la crema va applicata ogni due ore, anche se non si ha sudato e, in ogni caso, dopo il bagno o dopo un’abbondante sudata. La crema va riapplicata anche se viene dichiarata “waterproof”, poiché nessuna crema è completamente resistente all’acqua.

Regola da osservare soprattutto con i bambini, che giocano con la sabbia e si bagnano più spesso, proteggendo al meglio spalle e schiena. Molto importante indossare un cappello che protegge le parti più delicate della testa, evitando possibili colpi di sole, e occhiali da sole. così com’è cosa risaputa che non bisognerebbe esporsi al sole tra le 11 e le 15. Se proprio non potete farne a meno, ricordatevi allora almeno di applicare abbondante crema con regolarità. Ricordatevi che anche in montagna vigono le stesse regole quindi ricordatevi di mettere la crema solare in borsa prima di partire per un’escursione. Seguendo queste semplici indicazioni potrete godere di una vacanza in pieno relax e senza noiose scottature.



Aggiungi un commento