Informativa Cookie

Casa Editrice Online

Riscaldamento efficiente con i pannelli radianti

Appare sempre più evidente ormai come i consumi energetici siano un tema fondamentale che tutti (dai governi alle famiglie, passando per le aziende di ogni tipo e dimensioni) devono considerare attentamente da molti punti di vista.

Innanzitutto, ogni volta che parliamo di riscaldamento (o, in stagioni più soleggiate, di raffrescamento) non possiamo prescindere da un più ampio discorso sui temi ambientali. Tutti abbiamo bisogno che il luogo dove viviamo, lavoriamo o trascorriamo del tempo libero sia confortevole da un punto di vista climatico, e in pochi (a ragione) sarebbero disposti a passare il proprio tempo in ufficio col cappotto e la sciarpa o a svegliarsi ogni cinque minuti, grondanti di sudore, nelle calde e afose notti d’agosto. Eppure, sebbene si tenti di ridurre al necessario il consumo di energia necessario a questi interventi, è inevitabile che essi abbiano un impatto ambientale, liberando gas dannosi come ad esempio il CO2.

Allo stesso tempo le nostre scelte su riscaldamento e raffrescamento influiscono (e non poco) sulla bolletta. Ora più che mai, in questo momento di crisi, è fondamentale tenere i conti e i consumi sotto controllo, per non aggravare situazioni che potrebbero essere già non facili.

Per questi motivi è necessario dunque un’attenta valutazione su come impostare il discorso del riscaldamento o del raffrescamento nelle proprie case o nei propri luoghi di lavoro, evitando inutili sprechi in termini di energia che si riflettono poi sull’ambiente e sulla bolletta.

pannelli radianti

COSA SONO I PANNELLI RADIANTI

Una valida alternativa al sistema di condizionamento dell’aria è rappresentata dai pannelli radianti. Essi si basano sulla circolazione di acqua a bassa temperatura all’interno di un circuito chiuso. I pannelli radianti si dividono come tipologie a seconda della collocazione dell’impianto (pavimento, parete o soffitto), della disposizione delle tubazioni (a spirale, a serpentina o a griglia) e della tecnica di realizzazione.

I vantaggi che un impianto a pannelli radianti reca sono molteplici e rispondono in maniera ottimale a diverse esigenze: innanzitutto, il risparmio in bolletta può raggiungere il 30-40%. Questo avviene soprattutto per il risparmio energetico proveniente dall’impianto, che utilizza acqua a 30-40°C a differenza degli 80°C di un tradizionale impianto di riscaldamento.

Uno dei punti di maggiore efficacia e efficienza dell’impianto radiante è dato dal modo in cui esso riscalda l’ambiente: l’irraggiamento che essi recano è infatti ben più efficiente dei radiatori tradizionali, in quanto quest’ultimi creano correnti convettive che riscaldano in primis il soffitto e gli strati alti dell’ambiente, causando uno spreco di energia e soldi. I pannelli radianti, invece, tramite l’irraggiamento della stanza dal basso forniscono un riscaldamento che parte dal basso, portando alla temperatura desiderata gli strati della stanza in cui ci muoviamo.



Aggiungi un commento