Informativa Cookie

Casa Editrice Online

Mangiare bene per dormire meglio

Quante volte hai o letto o sentito dire che “sei quello che mangi”? Tante, immagino, e se stai leggendo questo articolo molto probabilmente ti sei già reso conto che questa affermazione potrebbe davvero corrispondere al vero. I miei cinque anni di studi e di esperienza sulla mia pelle nel campo dell’alimentazione mi hanno portato proprio alla conclusione che, a lungo andare, il nostro fisico metabolizza i cibi che ingeriamo a tal punto che le conseguenze sul nostro organismo si fanno sentire drammaticamente, sia in positivo che in negativo.

In questo articolo ho deciso di soffermarmi sui lati positivi di una alimentazione corretta, e di approfondire i 3 benefici fondamentali che ho notato. Il primo di questi è di importanza vitale per il nostro organismo, e consiste nel netto miglioramento della qualità del sonno. Prima di avventurarmi nel mondo dell’alimentazione corretta ho sofferto per mesi e mesi di insonnia, e so meglio di chiunque altro cosa si provi a sentirsi perennemente in debito di sonno nei confronti del proprio organismo.

Le energie sembrano sempre essere troppo poche, e si è costretti a fare ricorso a sostanze eccitanti quali la caffeina, anche in quantità eccessive per il proprio organismo. Altre persone, invece, semplicemente hanno il cosiddetto “sonno leggero”, e la perenne sensazione di non sentirsi mai del tutto riposati, anche dopo aver dormito più delle canoniche otto ore. Con il tempo, ho scoperto che questi due disturbi della qualità del sonno sono entrambi facilmente risolvibili grazie ad un’alimentazione più sana ed equilibrata. Dopo aver imparato a curare la mia alimentazione, ho infatti notato che, con il passare delle settimane il mio corpo iniziava a comportarsi in modo radicalmente diverso nelle ore notturne.

mele

Se prima non riuscivo mai a dormire per più di 4 ore di seguito senza svegliarmi e spesso non riuscivo più a riaddormentarmi, ho notato che cose stavano gradualmente cambiando per il meglio. Nel giro di un mese, avevo recuperato una qualità del sonno che credevo di aver perso per sempre, e ora ho risolto completamente il mio problema.

Come ho fatto? Con una serie di accorgimenti che mi hanno permesso di seguire una alimentazione corretta.

Ecco i più importanti:

Evitare di mangiare proteine animali prima di andare a dormire. Questo è un elemento quasi sconosciuto ai più, ma fa davvero una grande differenza. Di sera, infatti, è preferibile assumere cibi leggeri e in piccole quantità, quali le verdure o i cereali integrali.

Bere una tazza di acqua calda prima di andare a dormire. La vostra digestione ne beneficerà in modo evidente, e con il tempo la qualità del vostro sonno migliorerà drasticamente.

Evitare i cibi inadatti alla tua costituzione. E’ stato scoperto che il nostro organismo non tollera determinate sostanze a seconda del nostro gruppo sanguigno. Ti sembrerà incredibile, ma è proprio così: se il tuo gruppo è A, sarai intollerante a determinate sostanze che invece il gruppo B può assumere tranquillamente.

Da soli, questi 3 accorgimenti di permetteranno di migliorare incredibilmente la qualità del tuo sonno, ma sono soltanto una piccolissima parte di un’alimentazione sana ed equilibrata. C’è un intero mondo da scoprire, se sei davvero motivato e determinato a liberarti per sempre dei disturbi del sonno. Ti invito quindi a seguirmi, e a prendere in mano, una volta per tutte, le redini della tua salute. Ci sono infatti, molti altri problemi associati ad una cattiva alimentazione: gastrite, colite, sovrappeso, sottopeso sono solo alcuni fra i più comuni.



Aggiungi un commento