Informativa Cookie

Casa Editrice Online

Lunga vita alla pastasciutta

La pasta è consigliata nelle diete perchè è adatta a coloro che hanno un metabolismo lento.

Quasi tutti focalizziamo l’attenzione sulle Kcal di un alimento, piuttosto che concentrarci sul valore dei carboidrati, sulle proteine e sul potere glicemico. E’ importante valutare il potere glicemico perche rappresenta il tempo in cui quel particolare alimento favorisce l’aumento della glicemia e di conseguenza dell’insulina, che è il maggiore responsabile dell’accumulo di zuccheri sottoforma di grassi.

pasta

E’ opinione comune il fatto che la pasta sia nemica della linea, in verità questo alimento è altamente digeribile e consigliato perchè essendo un carboidrato complesso, viene scisso in zuccheri semplici in un tempo più veloce rispetto agli alimenti in genere. Questo permette di trasformare i zuccheri in fonte di energia per l’organismo.

Per favorire questo processo, è necessario abbinare alla pasta alimenti con basso contenuto glicemico e alta quantità di fibre. In questo modo si evita di far depositare le calorie come grasso in eccesso.

I carboidrati devo coprire il 55% del fabbisogno energetico e se l’organismo non si rifornisce del giusto apporto, tende a prelevare energia attraverso i grassi. Questo processo fa accumulare residui nel sangue che provocano mal di testa e nausee.

Eliminare i carboidrati dalla dieta può causare problemi circolatori e di conseguenza infarti e ictus. Questo accade perchè altera la possibilità di creare nuovi vasi sanguigni nei tessuti dove c’è un insufficente afflusso di sangue. I carboidrati difendono i vasi sanguigni, quindi è necessario assumerli con regolarità.

Inoltre i carboidrati sono fondamentali per la formazione di alcuni tipi di aminoacidi, importanti per la creazione dei tessuti.



Aggiungi un commento