Informativa Cookie

Casa Editrice Online

Le località marine della Sardegna

Mandriola

La borgata marina di Mandriola appartiene al comune di San Vero Milis in provincia di Oristano. Mandriola si trova adiacente allo spiaggione di Putzu Idu, si può dire che la frazione di Mandriola inizia all’altezza dello storico bar ristorante di “Lepori”.

Mandriola è una località molto apprezzata da tutti gli amanti del mare peri suoi bei fondali rocciosi. Gli appassionati di diving e snorkeling possono prenotare le escursioni per l’Isola di Mal di Ventre o le altre località dell’area marina protetta del sinis, direttamente da Putzu Idu e Mandriola.

Infatti proprio di fronte a Mandriola si può ammirare l’Isola di Mal di Ventre (malu entu), piccola isola disabitata e battuta dal maestrale da cui prende il nome, molto apprezzata per le sue spiagge e i suoi fondali. Ogni mattina e pomeriggio partono i gommoni da Putzu idu e Mandriola per l’isola.

Alle spalle di Mandriola si trova lo stagno di Sale Porcus, piccolo stagno di acqua dole e salata, molto frequentato dagli appassionati di birdwatching per la presenza costante di colonie di fenicotteri rosa, cavalieri d’Italia e garzette.

sardegna

Mari Ermi

La spiaggia di Mari Ermi è una delle bellissime spiagge della Penisola del Sinis ed appartiene al comune di Cabras. Spesso all’ombra della spiaggia di quarzo di Is Aruttas, Mari Ermi non è per niente inferiore, anzi per certi versi ha detta dei turisti è anche più bella e più selvaggia.

Mari Ermi si raggiunge percorrendo la strada per San Giovanni di Sinis, si svolta albivio per San Salvatore e si prosegue per circa 6 km sino al bivio che vi porta alla spiaggia di Mari Ermi.

Il litorale di Mari Ermi è caratterizzato dalla presenza di quarzo bianco lucidissimo prodotto nel corso di milioni di anni dall’erosione del granito dalla vicina Isola di Mal di Ventre, i colori dell’acqua variano dal verde a diverse tonalità di azzurro dettate dalla presenza di posidonia oceanica.

La spiaggia è racchiusa da alte dune di sabbia formate dal vento e si estende fino allo stagno che porta il suo stesso nome.

Grazie alle caratteristiche della sua spiaggia, con fondali poco profondi e vasto arenile di circa un chilometro, Mari Ermi è molto apprezzata da famiglie con bambini.

Sa Rocca Tunda

La borgata marina di Sa Rocca Tunda appartiene al comune di San Vero Milis, comune di Oristano. Dista dal capoluogo appena 22 km.

Sa Rocca Tunda è una borgata marina molto piccola, ci risiedono pochissime persone, solo in estate si riempie di turisti, specialmente famiglie con bambini o surfisti in bassa stagione.

Sa Rocca Tunda è situata a nord della penisola del sinis, la sua spiaggia è formata da sabbia finissima,i fondali sono bassi fino a largo e le sue acque cristalline. Per questi motivi è molto apprezzata dalle famiglie con bambini.

Sulla destra di Sa Rocca Tunda si trova Su Crastu Biancu, bellissime ville a schiera ben rifinite, parcheggio auto a ridosso della spiaggia e un panorama invidiabile sulla costa di Is Arenas e Bosa. Anche qui la spiaggia è caratterizzata da bassi fondali, acqua cristallina e sabbia finissima.

Sa Rocca Tunda dispone nel periodo estivo di bar ristorante e piccoli negozi locali, il market si trova a Putzu Idu a poca distanza da Sa Rocca Tunda.

Molto interessante è il territorio che circonda Sa Rocca Tunda, alle spalle si trova lo stagno Sale Porcus, un paradiso per gli appassionati di birdwatching in quanto popolato da colonie di fenicotteri, cavalieri d’Italia e garzette. Grazie ai numerosi controlli della zona, quest’anno è stato smantellato un vero e proprio villaggio abusivo che sorgeva nel cuore di Sa Rocca Tunda tra Pini e eucaliptus.

Bosa

Bosa rappresenta un’eccezionale miscela di tutti gli ecosistemi presenti in Sardegna (marino, costiero, montano e fluviale). Il tutto arricchito da una quantità enorme di reperti storici e archeologici che testimoniano la storia millenaria di questa bellissima città di mare.

La costa di Bosa è rocciosa e nasconde qua e là numerose calette e insenature, dalle acque cristalline e immerse in una natura ancora selvaggia, dove l’unica presenza umana è quella dei pastori della zona. Ricordiamo oltre alla tradizionale spiaggia “cittadina” di Bosa alcune località quali: li Cumpoltittu, la spiaggia di Abba Drucche, la torre Argentina e la spiaggia di Managu.

Spiagge isolate spesso neanche segnalate o visibili dalla strada, che attraverso sentieri e ripide scarpate vi accompagneranno in un paradiso di mare. Spesso passeggiando in queste bellissime coste è possibile imbattersi in qualche specie protetta tipica della zona come il Grifone. Numerosi sono anche i percorsi per gli appassionati di trekking e mountain bike. Bosa è senza dubbio una vero e proprio ecosistema di impareggiabile bellezza.

Putzu Idu e dintorni

La costa occidentale della Sardegna grazie alla sua esposizione ad occidente rappresenta un paradiso per i surfisti di tutto il mondo.

Qui il vento fa da padrone, gonfiando il mare con onde grosse e paesaggio da brivido e gli intrepidi surfisti sfidano con le loro tavole le onde alte fino a 5 metri.

Tutta la costa occidentale è frequentata dagli amanti di surf, Kite e windsurf: S’archittu, Capo Mannu e Minicapo, Putzu Idu, S’anea Scoada, Funtana Meiga e poi giù fino ad arrivare in Costa Verde nelle spiagge di Pistis o Porto Palma.

Ma solo la provincia di Oristano è stata riconosciuta a livello internazionale come la zona con più frequenza e qualità di onde del mediterraneo, senza dimenticare che qui si trovano anche le più belle spiagge selvagge della Sardegna. Questo grazie all’esposizione ai venti di maestrale e alla particolarità dei fondali.

E pensare che fino a dieci anni fa a Capo Mannu si portavano solo le pecore al pascolo, nessuno avrebbe immaginato che sarebbe diventata la meta più ambita e più ricercata dei surfisti di tutto il bacino mediterraneo.

Ricordiamo che le condizioni meteo non sempre ottimali per la pratica del Surf in queste zone e a causa della composizione del fondale con scogli affioranti rende queste zone particolarmente pericoli per gli appassionati di surf più inesperti.



Aggiungi un commento