Informativa Cookie

Casa Editrice Online

I principali strumenti finanziari a disposizione dei correntisti

Com’è noto, chiunque possieda un conto corrente ha a disposizione una serie di strumenti, che si rivelano ormai fondamentali nella vita di ogni giorno. Dal cosiddetto carnet o libretto di assegni, al bancomat e alla carta di credito, alla possibilità di effettuare bonifici bancari, sino al cosiddetto servizio di home banking, si tratta di concetti che non sono certamente estranei o sconosciuti a qualunque correntista.

Si ricorda, infatti, che un conto corrente rappresenta una vera e propria forma di contratto, tra un dato istituto finanziario e un cliente. Esistono dunque una serie di obblighi che impegnano reciprocamente le due parti coinvolte, e a cui corrispondono vari servizi, e in sostanza, tale accordo può essere espresso nei termini che seguono: la banca diventa depositaria di una certa somma che il correntista versa in cambio della sua custodia, svolgendo un cosiddetto “servizio di cassa”, offrendo però anche una serie di strumenti importanti nella gestione del proprio conto e, quindi, dei propri risparmi. Vediamo quali sono i principali servizi legati all’apertura di un conto corrente.

sportello bancario

Bancomat. Al momento dell’apertura di un conto, dunque, è possibile innanzitutto usufruire di un sistema di pagamento noto a tutti come bancomat. Dagli anni ottanta in poi tali circuiti hanno incontrato una grandissima diffusione rendendo possibile il prelievo di denaro dal proprio conto direttamente da sportelli automatici e attraverso l’uso di una tessera magnetica. Il bancomat è una scheda associata al proprio conto che può essere utilizzata in alternativa al movimento di contanti. Dotata di banda magnetica e microchip, questa scheda è correlata da un PIN, un codice personale segreto che va digitato dal correntista per compiere le più consuete operazioni di pagamento, oltre che per prelevare dei contanti. Infatti è possibile pagare i propri acquisti utilizzando comodamente questa carta, che va strisciata o letta da un POS, al momento del pagamento.

Carta di credito. In cosa di differenzia un bancomat da una carta di credito? Una carta di credito è sempre una forma di moneta elettronica, dunque, una tessera rilasciata da una banca e dotata di banda magnetica e microchip che offre il vantaggio di poter effettuare pagamenti anche se al momento dell’acquisto non abbiamo a disposizione la cifra richiesta. Infatti, si può affermare che con la carta di credito eseguiamo i nostri acquisti “a credito”, in quanto i pagamenti vengono regolarizzati di solito il mese successivo e non al momento, mentre con la carta di debito effettuiamo pagamenti “a debito”, e quindi è necessario avere subito a disposizione sulla nostra carta l’importo dovuto, in quanto, in caso contrario la transazione è automaticamente rifiutata.

Libretto di assegni. L’assegno bancario è uno strumento particolarmente diffuso e utilizzato per il trasferimento di denaro in sostituzione del denaro liquido. L’assegno è un vero e proprio ordine di pagamento che il correntista attua nei confronti della banca, che a sua volta si impegna a versare la cifra specificata alla persona definita ‘beneficiario’ e di cui si indicano nome e cognome negli spazi vuoti appositi. I dati principali da compilare sono appunto: data e luogo di emissione, importo in lettere e in cifre, nome del beneficiario e firma del titolare del conto corrente.

Bonifico bancario. Quando invece sentiamo parlare di bonifico, si tratta di una delle possibilità che si prospettano a un titolare di un conto corrente per trasferire del denaro dal proprio conto a una persona fisica o giuridica. Solitamente, tale operazione prevede dei costi che variano a seconda di determinati parametri e inoltre, per effettuare un bonifico è necessario, dal 1 gennaio 2008 utilizzare l’IBAN (International Bank Account Number).

Home banking. Oggi sempre più banche offrono la possibilità ai titolari di un conto corrente aperto presso una propria filiale, di eseguire una serie di operazioni da casa o dalla propria postazione internet, in modo da risparmiare in termini di tempo e denaro. Esistono banche concepite e nate esclusivamente sul web, che svolgono i loro servizi interamente sulla rete, con diversi vantaggi legati soprattutto ai tassi di interesse, mentre, in generale, ormai, quasi tutte le banche tradizionali hanno una buona operatività su un portale web. Tra gli utili servizi di home banking, ci sono la possibilità di consultare il proprio estratto conto da casa attraverso il proprio pc, di effettuare bonifici on-line, di effettuare pagamenti on line e ricariche telefoniche, accedendo alla sezione del portale dedicata all’utente.

Domiciliazione utenze. Un servizio molto utile per i correntisti è la possibilità di gestire i pagamenti di bollette, e altre tipologie di contratti, attraverso il proprio conto, oltre alla possibilità di accreditare sullo stesso, il proprio stipendio mensile. Si tratta infatti di un servizio di addebito diretto sul conto, che consente all’utente di pagare bollette del gas, della luce, e altre forniture, senza dover fare code agli sportelli in quanto tutte queste transazioni avvengono in automatico.



Aggiungi un commento