Informativa Cookie

Casa Editrice Online

Finanziamento o carta di credito revolving?

I prestiti personali sono ormai una gettonata realtà. Gli strumenti sono tantissimi a fronte delle stesse garanzie. Per molti, quindi, il problema si presenta quando si deve scegliere tra un prestito personale e una carta revolving, magari proposti dalla stessa filiale. Quali sono le caratteristiche comuni e quale strumento risponde di più alle vostre esigenze?

Partiamo dai dati comuni. Il prestito personale e la carta revolving consentono di ottenere un importo variabile fino a 5000 Euro (con un prestito personale possiamo ottenere di più, ma stiamo facendo un esempio valido per entrambi gli strumenti finanziari).

A livello di tassi di interesse e di spese accessorie siamo più o meno pari: se la carta revolving potrebbe avere una commissione in più sul prelievo, il prestito personale vorrà maggiori coperture assicurative, perciò i due strumenti si equivalgono anche in questo caso.

Infine, l’ultimo punto in comune è dato dalla documentazione veloce: basta la busta paga e non dovremo motivare i nostri acquisti.

forex

 

Come scegliere lo strumento giusto allora? Sono le esigenze a dettare la scelta migliore.

Il prestito personale è la scelta giusta se avete bisogno di una liquidità veloce e non continuativa nel tempo. Un imprevisto che non si ripresenterà, oppure un consulto con un esperto particolarmente oneroso sono le esigenze ideali per passare al prestito veloce.

In un anno si rientra con il piano di ammortamento e le rate costanti (anche se le condizioni dipendono dalle filiali) danno allo strumento la flessibilità necessaria.

Se l’esigenza è quella di avere uno strumento pratico e veloce per prelievi e pagamenti su Internet, magari ottenendo diversi sconti con i negozi convenzionati con le carte revolving più diffuse (alcune carte danno diritto a dei punti e a dei regali extra), la carta di credito è il miglior acquisto che potete fare.

La carta ha un piano di ammortamento più veloce (potrete pagare gli acquisti fatti tutti insieme una volta al mese), diversi codici che ne garantiscono l’affidabilità, ma soprattutto la tacita possibilità di ottenere un nuovo finanziamento alle stesse condizioni una volta conclusi i pagamenti precedenti.

Le carte di credito sono un ottimo strumento soprattutto per chi viaggia: si può prelevare in tutto il mondo grazie alle commissioni applicate e si può chiedere il cambio automatico di valuta sul conto una volta giunti nel Paese estero.
Scegliere tra la carta di credito e il prestito personale è, lo ripetiamo, una questione di esigenze.

Quali sono le tue? Come influenzano l’uso del prestito o della carta?



Aggiungi un commento