Informativa Cookie

Casa Editrice Online

La clausola Soddisfatti o Rimborsati

Questo tipo di clausola fornita dal venditore rappresenta una sorta di garanzia supplementare o estensione di quella obbligatoriamente fornita che consente la sostituzione del bene non ritenuto idoneo. Si tratta naturalmente di un tipo di garanzia accessoria, alcuni venditori infatti applicano questo sistema per attrarre nuovi clienti e come sinonimo di serietà ed affidabilità della propria azienda.

Formule e garanzie che rassicurano l’acquirente; sistemi studiati per muovere l’economia ed infondere coraggio ai consumatori.

È opportuno essere consapevoli del fatto che una clausola soddisfatti o rimborsati in un certo senso già è compresa per legge in ogni nostro acquisto e viene definita all’interno del Codice del consumo “Diritto di recesso”. Questo diritto fornito ad ogni cittadino per legge consiste infatti nella libera facoltà dell’acquirente di cambiare idea sul bene acquistato, rispettando naturalmente le tempistiche offerte per legge (10 giorni lavorativi dal momento in cui si riceve la merce). Un diritto di recesso obbligatorio in tutti i casi di vendita a distanza, fuori da negozi e centri commerciali.

soddisfatti o rimborsati

È stabilito inoltre per legge che il venditore dovrà fornire dettagli accurati sul prodotto messo in vendita. Minuziose informazioni sulle caratteristiche dell’oggetto, sulla modalità di pagamento accettate, sull’indirizzo del fornitore al quale eventualmente far pervenire i propri reclami, sono soltanto alcune delle stesure alle quali il venditore è obbligato per legge.

Assolutamente facoltativa è invece la clausola “soddisfatti o rimborsati; all’interno di questa libera politica di commercio il negoziante sarà libero di decidere se sostituire l’oggetto con un altro identico ma opportunamente funzionante, se fornire un buono d’acquisto per future spese all’interno del proprio negozio o se restituire l’intera somma in denaro contante al cliente insoddisfatto.

Attenzione però questo tipo di garanzia viene riconosciuta soltanto a determinate condizioni, specificate naturalmente in maniera cartacea nel contratto “siglato” con l’acquisto. Solo alcuni casi riceveranno l’ambito rimborso; “soddisfatti o rimborsati” è certamente un tipo di formulazione che può definirsi alquanto ambigua, a sfavore di tutti quegli utenti superficiali e che non si prestano ad una lettura più attenta di ogni clausola del contratto di vendita.

Solitamente ci troviamo di fronte a questa particolare clausola nelle situazioni di vendita per corrispondenza, telepromozioni o comunque vendite a distanza; circostanze queste che necessitano di differenti tipologie di assicurazioni. Nei sistemi di vendita online infatti sono spesso utilizzati metodi molto simili a questa garanzia per aumentare la percentuale di contratti di vendita e non scoraggiare l’utente a rivolgersi altrove, in un luogo che possono vedere e toccare con mano.

Spesso questa garanzia viene esercitata in problematiche relative a oggetti non facilmente visibili da una piattaforma web; sistema che a volte può confondere e portare ad erronei acquisti.



Aggiungi un commento