Informativa Cookie

Casa Editrice Online

Dove conviene installare un impianto microeolico

Un impianto eolico è un sistema a energia pulita che sfrutta il vento. Questa caratteristica porta di per sé uno svantaggio: e non c’è vento, non c’è energia. Questo problema è oggetto di studio per i nuovi impianti (soprattutto negli Stati Uniti), ma per ora non ci sono soluzioni, se non la prevenzione.

Come evitare un impianto potenzialmente inutile? Basta l’esatto studio del vento nella zona presa in esame. “Basta” è un modo di dire. Per verificare l’esistenza e la velocità del vento, dovrete contattare un esperto.

Come valutare il vento? I parametri da verificare sono molto diversi tra loro: prima di tutto è necessario studiare geograficamente la zona dove dovrebbe esserci l’impianto eolico.

microeolico

Se il vento risulta favorevole nella media, si guarda ai palazzi nei dintorni del palazzo dove verrà installato l’impianto: altri impianti eolici già presenti, condizionatori e quant’altro possono interagire negativamente sull’impianto a energia rinnovabile di nuova realizzazione.

Non è possibile studiare queste variabili da soli: zona, copertura, vento e direzione si possono sapere solo con gli strumenti adatti e con l’esperienza che solo una laurea specifica nel settore può dare.

Per questo gli impianti eolici di medie e grandi dimensioni si realizzano soprattutto in zone di campagna, o deserte. In città si usa il microeolico, ovvero un impianto eolico più piccolo e leggero, quindi più sensibile al minimo soffio di vento.

Il microeolico è progettato con materiali che generano meno attrito, quindi danno più energia e hanno bisogno di energia minore per produrre elettricità pulita.

L’idea in più è sfruttare un impianto microeolico ibrido, usando la cogenerazione. Se abbiamo un impianto per metà eolico e per metà fotovoltaico, per esempio, in assenza di vento potremo sfruttare l’energia solare e, viceversa, quando arriva la tempesta, produrremo energia con il vento.

Per un impianto microeolico non serve una grande estensione in termini di metri quadri: basta un terrazzo o un tetto per produrre energia, dividendo poi i benefici in tutto il condominio (la bolletta della luce sarà piacevolmente scesa al ribasso).

L’estetica del palazzo non cambierà solo per l’installazione di un impianto a energia pulita: un impianto microeolico si confonde facilmente tra le antenne televisive, evitando costi per rinnovare lo stabile. Ogni tanto, per migliorare l’efficienza dell’impianto, sarà necessario passare alla manutenzione.

Infine, ricordiamo che i costi per la realizzazione di un impianto a energia pulita e rinnovabile possono essere abbattuti grazie alle detrazioni, che sono richiedibili dal commercialista, presentando il preventivo e le fatture debitamente pagate.

La vostra zona sarà perfetta per un impianto microeolico?

Salva



Aggiungi un commento