Informativa Cookie

Casa Editrice Online

I classici dolci natalizi: panettone e pandoro oltre la tradizione

Ogni anno, nel periodo delle feste di Natale, si contendono gli schermi televisivi, gli scaffali dei supermercati e le vetrine delle pasticcerie; è una vera e propria guerra tra titani quella che si scatena nel mese di dicembre: panettone contro pandoro.
Fino a qualche anno fa la battaglia avveniva sul campo della semplicità, della purezza e della tradizione; bastava scegliere se aderire al partito del pandoro oppure a quello del panettone, tutto qui.

panettone

Oggi invece lo scenario è davvero cambiato; la sfida inizia molto prima, tra i forni delle pasticcerie sotto casa e nei laboratori delle più grandi aziende dolciarie. Una sfida, quella a cui assistiamo, all’insegna dell’inventiva e dell’originalità, per sorprendere i propri clienti con ricette natalizie sempre nuove.

E dopo mesi e mesi di ricerca ed esperimenti ecco il risultato: panettoni e pandori di ogni tipo e gusto. Si va dal panettone senza uvette, ma con canditi e ricoperto alle mandorle, al pandoro con cioccolato al latte o fondente, farcito alla crema e addirittura al limoncello. Ma agli ospiti con cui festeggerete le feste di natale potrete anche offrire panettoni all’amaretto, ai frutti rossi, alle noci, al croccante; o perchè no, un pandoro panna e cioccolato, proprio come il più classico dei gelati.

Come avrete capito, l’elenco è praticamente infinito, quanto la creatività dei pasticcieri.

A questo punto non basta più schierarsi tra i due partiti; è necessario raffinare il gusto, diventare più esigenti e selettivi: sì al pandoro al cioccolato fondente e no a quello al latte, sì al panettone a lievitazione naturale e no a quello senza uvetta.

pandoro

La tradizione dei più famosi dolci natalizi si rinnoverà anche quest’anno e la scelta sarà certamente più difficile; probabilmente, sommando tutte le varietà ora disponibili, potremmo mangiare panettone e pandoro praticamente per tutto l’anno, un gusto diverso ogni settimana.
E allora sorge spontanea una domanda: perchè godere di tutta questa dolcezza per un solo mese?!



Aggiungi un commento