Informativa Cookie

Casa Editrice Online

Breve storia di Pietralata

Pietralata in epoca romana era una gigantesca tenuta, molto simile come immaginario all’immenso Campo dei Miracoli che accoglie la torre di Pisa.

I primi a tenere in gestione un territorio così vasto furono i patrizi romani e, in periodo medioevale, quella dei Pietralata era una vera e propria famiglia che spadroneggiava a Roma grazie alla grandezza del proprio latifondo.

Nei secoli successivi, purtroppo, tutto il territorio si divise in continuazione tra le famiglie dominanti, trasformando Pietralata in borgate più o meno estese. Le borgate assunsero la forma di un punto di appoggio e di sopravvivenza nella Seconda Guerra Mondiale: un posto sicuro per difendersi dalle bombe, visto che ormai non c’era nulla da razziare.

D’altra parte, la migrazione interna alla Città Eterna era già partita negli anni del Fascismo: l’idea di Mussolini era di costruire monumenti ed edifici che avrebbero fatto risplendere Roma e l’Italia agli occhi del mondo.

Se per questo si doveva distruggere qualche casupola e trasferire i borgatari un po’ dove capitava non era poi un grosso problema con una reputazione internazionale da ricostruire da zero.

Dagli anni Cinquanta in poi Pietralata vive un vero e proprio riscatto sia a livello edile/abitativo, sia a livello sociale: il quartiere riscopre negli ultimi 50 anni la metropolitana, l’ospedale e le strutture residenziali moderne, passando dal riconoscimento di Pietralata come XXI quartiere di Roma nel 1961.

Immerso nel verde (anche se ora tutto è inserito nel contesto urbano dominante), Pietralata è un quartiere dinamico, ma senza quei ritmi frenetici tipici del centro della metropoli.

Pietralata è la casa di tanti nomi illustri, ma forse quello più caro agli occhi degli abitanti è quello di Pier Paolo Pasolini, al quale la cittadinanza avrebbe voluto dedicare il Largo di Pietralata (la piazza principale del quartiere).

Il quartiere è spesso e volentieri set cinematografico: basti pensare ai due film di “Romanzo Criminale”, girati interamente qui per dare ancora più risalto alle intricate trame delle pellicole cinematografiche.

Dal punto di vista strettamente abitativo, oggi Pietralata è un quartiere ricco di servizi e di opportunità: qui è possibile visitare gli Studios, oppure le numerose chiese alla quali si affiancano altrettanti centri sportivi che hanno ormai allontanato i ragazzi dalla strada.

Estendendosi dalla Tiburtina a via di Pietralata, il quartiere resta in prospettiva un’ottima soluzione per chi lavora e vuole trovare un appartamento vicino all’ufficio, con il supermercato accanto e magari il trasporto pubblico per raggiungere agevolmente il centro, a un prezzo medio nel mercato immobiliare.



Aggiungi un commento