Informativa Cookie

Casa Editrice Online

Obelisco di Villa Celimontana

Ancora un obelisco proveniente da Eliopoli, la città del Sole, ed anch’esso dedicato al faraone Ramsete II. Il monolite fu trasportato a Roma in epoca imperiale e posto davanti il Tempio di Iside Capitolina. Successivamente, passando da un tempio pagano ad uno cristiano, trovò collocazione ai piedi dell’Aracoeli. Ma nel 1528 fu donato dal Senato di Roma (ricordiamo che allora governava lo Stato Pontificio) al duca Ciriaco Mattei, per le sue benemerenze. Divenuto proprietà privata, costui lo fece innalzare nella sua villa, appena costruita, sul Celio, uno dei leggendari sette colli di Roma.

L’erezione dell’obelisco è legata ad un” incidente sul lavoro”, infatti le corde che sostenevano il monolito, cedettero, amputando un operaio. Sembra che l’invalido sia stato risarcito di una pensione e di una casa… e non è poco per i tempi di allora!

Obelisco di Villa Celimontana

Purtroppo la situazione di degrado in cui versa parte di Villa Celimontana, tocca il suo apice nell’angolo dove si erge l’obelisco, incapsulato in un’impalcatura, che a giudicare dallo stato di deterioramento parla di un lungo periodo d’incuria.



Aggiungi un commento