Informativa Cookie

Casa Editrice Online

Il Museo dei Ragazzi al Palazzo Vecchio

Il ritratto postumo di Eleonora di Toledo, così come quello del Duca Cosimo I de’ Medici che si trovano – l’uno di fronte all’altro – nello Studiolo di Francesco I in Palazzo Vecchio, ricordano la duchessa e il duca così come il figlio Francesco volle che si fissasse indelebile ed eterno il loro ricordo. La duchessa è ritratta nel fiore della sua bellezza, come capostipite di una dinastia regnante ed è abbigliata secondo il suo ruolo. Il volto corrisponde ai canoni di bellezza illustrati dai trattatisti del tempo: fronte spaziosa, ciglia sottili, occhi tané scuro, orecchie di forma mediocre; il tipo di abbigliamento indossato è quello a lei usuale di colore rosso, con decorazioni in oro, mentre i gioielli – le perle e il pendente al collo — sono quelli da lei preferiti. Il duca Cosimo – fondatore della dinastia e dello stato – che ha fatto del Palazzo della Signoria (oggi noto come Palazzo Vecchio) la prima reggia medicea le cui dimensioni e decorazioni ne celebrino il trionfo, è ritratto in armatura. Oggi i Quartieri monumentali di Palazzo Vecchio sono divenuti un museo nelle cui Sale riccamente decorate, affrescate e dipinte, quasi tutte con scene laiche, i personaggi storici ivi raffigurati sono abbigliati secondo la moda della seconda metà del Cinquecento, ovvero secondo delle reinterpretazioni della moda antica, della Firenze del Quattrocento o del Trecento e dell’antichità classica. Conseguentemente il Museo di Palazzo Vecchio propone ai propri visitatori di ogni età e provenienza diversi strumenti di comunicazione per poter guardare comprendendo qualcosa della vita e delle idee della Civiltà del Rinascimento a Firenze, dalla quale quelle opere hanno preso forma, In particolare, per quello che riguarda la storia della moda e del gusto ai visitatori vengono proposte due modalità che possono essere fruite in modo complementare: gli approfondimenti multimediali a consultazione individuale e la partecipazione a drammatizzazioni che si svolgono nel Teatro del Museo Civiltà del Rinascimento a Firenze, ubicato nel Mezzanino di Palazzo Vecchio. Gli approfondimenti multimediali si possono consultare in lingua italiana e inglese nelle postazioni distribuite nei Quartieri monumentali, nelle quali è inserito il cd mm Palazzo Vecchio segreto, all’interno del quale tre capitoli sono dedicati alla moda e alla concezione del corpo nella corte medicea: il lusso di Eleonora dedicato allo stile di Eleonora di Toledo e alla moda femminile; l’eleganza di Cosimo dedicato allo stile di Cosimo I e alle caratteristiche della moda maschile; i piccoli principi dedicato agli abiti dei bambini, a partire dalla nascita. Alla base delle drammatizzazioni che vengono proposte nel Mezzanino di Palazzo Vecchio sono le ricostruzioni degli abiti di Cosimo, di Eleonora, di alcuni dei loro figlioli, di Giorgio Vasari – pittore ed architetto di corte dal 1555 al 1574 – di una dama di compagnia della duchessa e della balia dei principini. Gli abiti sono stati realizzati con preziose stoffe di seta e sulla base dei modelli, dei tagli e delle tecniche sartoriali cinquecentesche. Oltre agli abiti sono state ricostruite: le calzature, le cinture, i gioielli, gli accessori per le acconciature femminili, i cappelli, i guanti, la biancheria di sotto e i busti, Il tutto sulla base di una attenta analisi dell’iconografia artistica e sulla base dei più aggiornati studi di storia del costume. li pubblico può dunque vedere, toccare e anche indossare alcuni degli abiti, ma soprattutto interagire con gli animatori-attori che impersonano il Duca e la Duchessa, scoprendo il linguaggio della moda e dei corpi della Firenze dell’epoca.



Aggiungi un commento