Informativa Cookie

Casa Editrice Online

La pasta di kamut biologico

Il kamut è un tipo di grano derivante dal Triticum Turgidum SSP. Turanicum, una via di mezzo e incrocio fra il grano tradizionale e il grano Polonicum o Khorasan, dal nome della regione estremo-orientale dell’Iran.

Sembra che il significato della parola “kamut” sia “anima della Terra” mentre quella della sua regione d’origine, il Khorasan appunto, sia “dove ha origine il sole”. In effetti, e fuor di metafora, la pasta al kamut è un alimento particolarmente energetico, più della pasta di semplice grano duro.

Un piatto di spaghetti al kamut può essere un pasto ideale per uno sportivo, per chi ha bisogno di ricaricare le energie senza appesantirsi, per chi conduce una vita piuttosto frenetica.

Il kamut è più ricco di proteine e minerali rispetto al grano duro o tenero e contiene un’elevata quota di lipidi, la sua principale fonte energizzante. La pasta al kamut (non solo spaghetti: fettuccine, rigatoni, fusilli, penne e anche pastina da brodo) predilige sughi alle verdure – pomodoro, melanzane, piselli, cicoria –, ai formaggi, con il pesce, dal pescespada alle sarde.

Inoltre, il kamut viene ampiamente utilizzato per la produzione di alimenti da forno, come snack sfiziosi e pane vero e proprio, grazie alla particolarità del suo sapore ricco gustosissimo, ma allo stesso tempo delicato. Purtroppo però, se da un lato è un ingredienti energetico e di alta digeribilità, pur tuttavia non è adatto ai celiaci, poiché contiene glutine.

kamut

Kamut biologico o tofu vegetale?

Il “biologico” è un metodo di produzione che parte dalla terra e arriva fino alla nostra tavola, garantendo l’assenza di pesticidi, concimi chimici di sintesi e OGM. Nella produzione biologica è vietato l’uso di coloranti, esaltatori di gusto e di additivi artificiali.

La celiachia è una disfunzione permanente e la dieta priva di glutine deve essere molto rigorosa, evitando cereali come frumento, farro, Kamut®, segale orzo e avena.

Ma non solo chi soffre di intolleranze alimentare trova difficoltà nell’arricchire la propria dieta. Anche i vegani, ossia coloro che hanno scelto di escludere alimenti di origine animale dalla propria tavola, come carne e pesce, ma anche uova, latte e latticini, hanno non poche difficoltà.

Ecco spiegato il successo del tofu vegetale, un alimento ideale per arricchire insalate o saltato in padella, una deliziosa e ricca alternativa al formaggio di latte vaccino. Originario della Cina, sta prendendo piede anche in occidente grazie alla sua azione curativa e protettiva su ossa, stomaco, circolazione e sistema immunitario, tenendo lontano il cancro.



Aggiungi un commento