Informativa Cookie

Casa Editrice Online

Alimentazione contro il colesterolo

Il colesterolo alto è uno dei disturbi che affliggono più di ogni altro la popolazione dei paesi occidentali. Alti livelli di colesterolo mettono a rischio la salute delle persone, esponendole al pericolo dell’ipertensione e del diabete, solo per citarne alcuni. Cosa fare, dunque, per contrastare la minaccia del colesterolo efficacemente?

La cosa essenziale da fare è ridurre il consumo di cibi grassi polinsaturi, cioè i grassi più nocivi alla nostra salute. I cibi da eliminare, dunque, sono gli insaccati in generale, i cibi fritti, i cibi preconfezionati ricchi di conservanti e soprattutto i cibi ricchi di zuccheri che la fanno da padrone sugli scaffali dei supermercati. Ormai sono sempre più diffusi e comuni nelle dispense delle persone, e il loro successo è tale che nei supermercati ci sono intere sezioni dedicate esclusivamente alla loro vendita.

salame felino

Una volta eliminati questi cibi dannosi è fondamentale integrare la propria dieta con una buona dose di fibre. Sarà, quindi, necessario consumare molte verdure, preferibilmente cotte perchè più facili da digerire e da assorbire. All’inizio, infatti, il nostro organismo sarà poco abituato a questo tipo di cibi, e potrebbe subire un piccolo shock a causa di questo cambio repentino di dieta. Ovviamente, non si tratterebbe di nulla di preoccupante, ma di una normale conseguenza del progressivo smaltimento delle tossine da porte del nostro corpo.

Infine è importante anche fare molto movimento. Una volta ottenuto il consenso del proprio medico curante, bisognerà quindi fare esercizio fisico ogni giorno, anche e per pochi minuti. La cosa essenziale sarà essere costanti e determinati a non lasciarsi andare nelle battute iniziali, quando anche pochi minuti di movimento ci sembreranno una tortura insopportabile. I dolori muscolari, infatti, non dureranno a lungo e presto ci ritroveremo con un corpo molto più sano ed equilibrato.

Grazie a questi accorgimenti, in poche settimane potrai riscontrare netti miglioramenti sotto il profilo della diminuzione del colesterolo e della scomparsa di eventuali disturbi della digestione, che spesso vanno di pari passo con questo disturbo.



Aggiungi un commento