Informativa Cookie

Casa Editrice Online

Le spiagge di Santa Teresa di Gallura

La Sardegna, un’isola nel mediterraneo unica nel suo genere. Con oltre 2000 chilometri di coste offre scenari unici, panorami mozzafiato e spiagge da sogno. Probabilmente non vi basterebbe un mese di vacanze in Sardegna per scoprirle tutte, infatti le spiagge dovrebbero essere circa 250 (dovreste visitarne 8 al giorno!!)

Ogni provincia ha le sue spiagge, le sue coste, le sue meraviglie nascoste e mai e poi mai troverete in Sardegna una spiaggia uguale ad un’altra.

Alcune sono ormai famosissime, altre quasi sconosciute immerse nella natura o racchiuse in qualche insenatura impervia spesso raggiungibile solo via mare. Ma tutte sono in grado di suscitare emozioni, a creare una dipendenza sia a chi le vede per la prima volta, sia a chi da anni le frequenta.

E quando l’estate si avvicina, il caldo diventa sempre più insopportabile e le ferie stanno per arrivare, non si può che pensare alla Sardegna, a distendersi in una delle sue meravigliose spiagge.

Ci sono le bellissime spiagge della Costa Smeralda, forse la costa più conosciuta della Sardegna assieme al litorale cagliaritano. Oppure potete venire nella penisola del Sinis, nella costa occidentale della Sardegna, un piccolo paradiso tra coste selvagge e spiagge di quarzo. O ancora nel medio campidano tra dune di sabbia altissime, boschi selvaggi e miniere abbandonate.

sardegna

Santa Teresa di Gallura

Escursione d’obbligo è (ad ovest) quella verso Capo testa, promontorio collegato alla Sardegna da uno stretto istimo, ai lati del quale si estendono le spiagge di Santa Reparata o dei Graniti e di Rena di Ponente o Taltana; più avanti, al faro di Capo testa e verso Cala Spinosa, si incontrano quelle che forse non a torto sono considerate le roce granitiche più belle della Gallura. Poco più ad ovest,il cuore del promontorio si apre nell’incantevole Valle della Luna; ancora graniti di impressionante maestosità e bellezza.

Ad ovest di Santa Teresa di Gallura si trova Aglientu, piccolo centro agro-pastorale, che vanta nel suo territorio la chiesa si S. Pancrazio, del 700, in stile sardo-gallurese, immerso in un bosco secolare.

Notevoli le località costiere con varie spiagge, scogliere e pinete, frequentate dai vacanzieri di Santa teresa di Gallura, perchè facilmente accessibili dalla litoranea per Castelsardo. Il centro balneare più importante è sicuramente Vignola, con una pittoresca torre costiera; presso vaste pinete che si estendono fino al mare (spiagge di Chiscinaggiu, spiaggia Tavunatu, spiaggia Littaroni-Naracu Nieddu) si incontra la costa di Monte Russu, suggestivo promontorio di forma tondegguante, di granito rosa, che si protende verso il Golfo dell’Asinara, ancora a dominio di vari tratti sabbiosi, anche molto estesi.

Giustamente famosa è rena Maiori, spiaggia dal fascino veramente indimenticabile, dovuto soprattutto alla sabbia finissima e bianca; si trova lungo la costa della Cala Vall’Alta, ampio braccio di mare ben visibile della strada Santa teresa – Castelsardo, e chiuso a nord dal Capo testa.



Aggiungi un commento